Online Store attivo solo per i paesi della UE | Spedizione gratuita su tutte le calzature

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Quali sono i migliori stivali da moto sul mercato?

20/05/2020

Quando si parla di stivali da moto, la sicurezza è un fattore imprescindibile, indipendentemente dal modello. Per individuare i migliori sul mercato bisogna prestare attenzione a tutta una serie di requisiti tecnici indispensabili affinché gli stivali siano performanti in ogni circostanza. Invece le cose cambiano quando parliamo di estetica, perchè a questo punto subentra l’individualità.
 

Lo stivale migliore: caratteristiche

Sul mercato esistono numerosi modelli di stivali da moto, non tutti però sono omologati. Infatti, benché all’apparenza molto simili tra di loro, solo gli stivali dotati di certificazione garantiscono la massima sicurezza, caratteristica fondamentale nella scelta delle calzature da moto.
Gli stivali da moto omologati sono riconoscibili dal codice UNI EN 13634, standard di certificazione per gli stivali da moto che attesta la conformità dello stivale alle normative relative alla sicurezza. Al codice segue anche l’anno in cui la certificazione è stata conferita, ad oggi la più recente è la UNI EN 13634 2017. A questo proposito è importante scegliere quelli che recano il codice di omologazione più recente, perché i test per ottenere la certificazione vengono aggiornati di anno in anno e, di conseguenza, uno stivale con omologazione più datata rischierebbe di non garantire la stessa qualità di uno con omologazione più recente.
 
Il materiale utilizzato per la realizzazione dello stivale è un altro fattore determinante della qualità della calzatura. Pelle pieno fiore o pelle primo fiore sono riconosciute come materiali di altissima qualità sia in termini di resistenza che di longevità della calzatura. Anche in questo caso, la qualità massima è assicurata da materiali conformi alla normativa ISO 11642.
La microfibra è un dei tessuti tecnici di più largo impiego, anche in relazione all'ottimo rapporto qualità/prezzo, ma che non garantisce la medesima capacità protettiva della pelle, la quale deve, però, essere dotata di uno spessore solitamente superiore a 2,5 millimetri.
Tuttavia, gli stivali in microfibra possono essere un'ottima alternativa, in quanto si presentano come calzature leggere, traspiranti, ma sufficientemente resistenti.
Per quanto riguarda gli interni, gli stivali migliori sono forniti di fodera traspirante e di membrana waterproof, che ne consentono l'impiego in tutte le stagioni, anche senza l'obbligo di applicarvi sovrascarpe o ghette.
Altri aspetti non secondari sono quelli relativi al puntale, che deve essere rigido, alla suola, preferibilmente in gomma antislittamento con spessore di almeno 4 millimetri e ai protettori anti-torsione, tutti elementi fondamentali per garantire la massima affidabilità della calzatura.
 

Come orientarsi nella scelta degli stivali da moto migliori

Al momento di acquistare gli stivali, il motociclista deve considerare alcuni aspetti fondamentali.
L'altezza della calzatura può arrivare a coprire interamente il polpaccio oppure fermarsi poco sopra al malleolo; in questo caso la scelta è condizionata quasi esclusivamente dal gusto personale in quanto entrambi i modelli garantiscono la protezione di piede e caviglia, requisito indispensabile per viaggiare in sicurezza.
Chi utilizza la moto prevalentemente durante la stagione calda opterà probabilmente per calzature ventilate e leggere, prodotte con materiali tecnici, ideali per evitare un'abbondante sudorazione dei piedi; chi invece ama uno stile cafe racer più tradizionale prediligerà i classici stivali da moto al ginocchio. Scelte comunque valide ma determinate dai gusti e dalle abitudini dei biker.
 
Il fitting è uno degli aspetti maggiormente discriminanti prima dell'acquisto; l'acquirente deve provare la calzatura utilizzando le calze che è solito indossare quando va in moto e poi fare qualche passo, per testare il comfort di piede e caviglia in movimento.
Lo stivale deve essere della giusta misura per assolvere all'importante compito di avvolgere e sostenere la gamba e il piede senza dannose costrizioni, responsabili di potenziali rischi sia a livello articolare che circolatorio.
Infatti è necessario optare per modelli ergonomici e ben sagomati sulle forme anatomiche del consumatore, poiché gli stivali andranno indossati per periodi di tempo anche abbastanza lunghi ed è quindi fondamentale che siano comodi per evitare qualsiasi disagio che potrebbe causare disattenzione durante la guida.
 
Stylmartin è un marchio che ha fatto del fitting perfetto una delle sue caratteristiche distintive, con calzature pensate per aderire perfettamente alla forma del piede e della gamba e per essere indossate anche con semplicissimi calzini di cotone al fine di garantire il massimo del comfort sia alla guida che per strada.
 
Un ulteriore aspetto da valutare con attenzione è quello della chiusura, che deve essere il più comoda e pratica possibile. Oggi però anche l’estetica conta. Per questo aziende come Stylmartin hanno studiato chiusure solide, resistenti e pratiche che però si integrano perfettamente nel design della scarpa e nello stile della calzatura. 
Dai cinturini con ganci metallici regolabili per gli amanti del biker style puro, alle leve regolabili autobloccanti e al velcro, per chi invece preferisce un design più moderno.
In ogni caso la sicurezza e la praticità sono garantite.
 
È opportuno inoltre valutare la sicurezza sia attiva  che passiva. Parlando di sicurezza attiva intendiamo tutte quei dispositivi della calzatura che salvaguardano il piede e la gamba in caso di incidenti o di anomalie causate da fattori esogeni (es. pioggia, calore eccessivo). La sicurezza passiva, invece, riguarda tutti quei dettagli strutturali della calzatura che accompagnano il motociclista nell’uso quotidiano: dal comfort della calzata, alla temperatura, alla resistenza agli urti cui naturalmente si è sottoposti guidando una moto. Se la sicurezza attiva è fondamentale, è proprio quella passiva, che non tutte le calzature da moto garantiscono, che fa davvero la differenza.
Per rimanere in tema di sicurezza, le imbottiture, indispensabili per mantenere un confortevole gradiente termico, non devono essere troppo invasive e nemmeno esageratamente calde, per evitare nocivi fenomeni di vasodilatazione a livello di piede e caviglia.
 
Tutti questi fattori sono determinanti nell’individuare i migliori stivali da moto tra quelli presenti sul mercato, sta ad ogni motociclista fare la scelta giusta tenendo anche conto delle proprie esigenze e dei propri gusti personali.